Il sistema educativo, spinto dall’accelerazione dell’innovazione, dovrà necessariamente subire radicali cambiamenti nei prossimi anni.

Per restare al passo con il cambiamento della società e dell’economia crescerà il bisogno degli individui di accedere a percorsi di formazione specializzati, durante tutto l’arco della loro vita.

In questo scenario il ruolo dello Stato dovrà evolvere. Da produttore di servizi educativi in regime quasi monopolistico a livello nazionale dovrà inoltre assicurare e garantire pari opportunità, permettendo a ciascun cittadino di poter accedere al meglio dell’offerta formativa (anche globale) secondo necessità, aspirazioni e merito.

Il focus dell’educazione di base, tramite una adeguata formazione e supporto dei docenti, si dovrà spostare dalle conoscenze alle competenze ed i programmi formativi dovranno evolvere per dare agli studenti gli strumenti metodologici e cognitivi per affrontare il cambiamento continuo.