L’associazione Copernicani è uno dei promotori dell’iniziativa solidale www.flexibleworking.it, che ha visto Cisco, Microsoft ed alcune delle migliori aziende operanti nel settore dello smartworking unire gli sforzi per supportare le PMI durante il periodo di emergenza Coronavirus.

In un periodo di limitazioni alla circolazione delle persone a causa della diffusione del virus COVID-19, tutte le aziende si sono trovate con la necessità di fare lavorare i propri collaboratori da remoto. Mentre le grandi imprese sono partite quasi tutte da una base strutturata che ha consentito loro di attivare rapidamente modalità di lavoro a distanza, le piccole e medie imprese si sono trovate, in molti casi, impreparate ad affrontare una tale necessità, sia da un punto di vista di strumenti che su un piano metodologico. Per questo motivo alcune aziende operanti nel settore dello smartworking, insieme a due dei più importanti fornitori di piattaforme per la collaborazione a distanza, Cisco e Microsoft, e all’associazione Copernicani, hanno fatto fronte comune creando un portale ricco di informazioni e fornendo servizi gratuiti di consulenza e supporto tecnico.

L’obiettivo dichiarato è quello di abilitare nel minor tempo possibile quante più aziende al telelavoro, permettendo di minimizzare i danni provocati dalla situazione che stiamo vivendo e di proseguire tutte quelle attività che possono essere remotizzate.

I Copernicani hanno contribuito a questa iniziativa fornendo un supporto, metodologico e tecnico, come già accaduto in un’altra grande iniziativa legata a questa situazione di emergenza www.lascuolacontinua.it.

 

Con Flexibleworking un aiuto al lavoro smart anche per le PMI