Budget.g0v.it è una innovativa applicazione per visualizzare in modalità interattiva la Legge di Bilancio dello stato Italiano. L’iniziativa, promossa dall’Associazione Copernicani, ricalca un progetto realizzato dalla comunità on-line g0v.tw che, a partire dal 2012, promuove a Taiwan una politica più orizzontale, e collabora con la Ministra per il Digitale Audrey Tang, nota attivista per la partecipazione digitale che ha partecipato alla presentazione del nostro Libro Bianco sulla partecipazione digitale.

I dati si aggiornano in tempo reale al momento della pubblicazione della legge di bilancio e sono suddivisi per componente ministeriale, per voce di spesa o per “missione”. La navigazione, semplice e intuitiva, risponde alla necessità di poter essere facilmente fruita dall’opinione pubblica del Paese. Con il rilascio, ieri sera, dei dati della nuova manovra finanziaria, possiamo offrire agli elettori un immediato ritratto delle scelte del Governo, attingendo, tramite API, a dati di estrema affidabilità, poiché di fonte ministeriale.

Budget.g0v.it è realizzata con un software open-source, il cui codice si basa su una smart data management platform scritta da un team di quattro startup italiane affiancate da sviluppatori di grande esperienza, sotto la guida dei nostri soci Enrico Fagnoni e Luca Mearelli. I sorgenti dell’applicazione sono disponibili presso https://github.com/g0v-it,  a disposizione della comunità open-source.

Quali sono le ragioni che spingono un gruppo di volontari a dedicare tempo ed energie a un progetto di civic hacking come questo?

In primo luogo, la chiara percezione del bisogno di offrire informazioni che siano autorevoli e, al contempo, comprensibili: un primo passo per ricucire il rapporto tra i cittadini e la partecipazione politica. Grazie alla facilità di lettura, chiunque può diventare un controllore dei conti pubblici, senza bisogno di passare per i complessi documenti prodotti dalla burocrazia, in cui è facile perdersi tra allegati, articolati, capitoli, ripartizioni, variazioni; un utile strumento anche per rafforzare il data journalism in Italia, dato che tale esperienza è replicabile, e sarà verosimilmente replicata, per migliaia di dati di interesse pubblico.

Rendere accessibile il bilancio permette di capire immediatamente quali sono le voci di spesa preponderanti, e di intuire in un colpo d’occhio quali sono, e sono state negli anni precedenti, le priorità dei governi. Non si tratta solo di una operazione di comunicazione e trasparenza, ma, bensì, di un primo passo concreto affinché la politica sia davvero terreno di prese di decisione condivise, sulla base di dati che tutti possono leggere e contestualizzare. Il muro del linguaggio tecnico, dei capitolati, dei differenziali, viene abbattuto: un notevole passo avanti per la nostra democrazia.

Buona navigazione!

Lo scopo dell’Associazione è invitare esperti della vita istituzionale, politica ed economica del Paese a immaginare il futuro della partecipazione democratica in Italia e in Europa, portando conoscenze e pensiero a quello che di fatto è uno sforzo intellettuale collettivo. Budget.g0v rappresenta uno dei primi passi concreti per fornire gli strumenti adatti a una partecipazione informata, parte della discussione promossa dal Libro Bianco

Promuovere la partecipazione politica attraverso il digitale: budget.g0v.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *